Nevicate frequenti e localmente abbondanti. Fine settimana con sole e correnti fresche Stampa E-mail
L’ultima decade di febbraio ed i primissimi giorni di marzo hanno un po’ riequilibrato una precedente lunga fase con freddo e nevicate eccezionali su gran parte della dorsale appenninica. Il clima mite primaverile è stato solo temporaneamente interrotto, tra il 26 ed il 28 febbraio, da un veloce peggioramento atmosferico con correnti fredde e qualche nevicata fino a quote basse. Lo spesso manto nevoso presente su gran parte dell’Appennino è riuscito a resistere in maniera egregia oltre i 1200 – 1500 metri di quota ed ora viene nuovamente incrementato dalla prima perturbazione a carattere freddo del mese di marzo.
Sull’Italia questa notevole variabilità, soprattutto termica, è imputabile ad una circolazione atmosferica a livello emisferico che impone la presenza di un anticiclone spesso posizionato sopra l’Europa centro occidentale. Il clima sulla nostra penisola, posta sul lato orientale dell'anticiclone, è quindi condizionato da un flusso di correnti mediamente settentrionali che, in funzione della loro incidenza sull’arco alpino, possono determinare fasi soleggiate e miti o fredde e perturbate. Con un anticiclone maggiormente a ridosso del mar Mediterraneo centrale abbiamo giornate soleggiate e temperature elevate, dovute non a correnti meridionali ma a correnti settentrionali che a causa di fattori orografici, comprimono, asciugano e riscaldano l’aria su gran parte d’Italia. Quando ciò accade le perturbazioni a carattere freddo vanno da interessare più direttamente l’Europa orientale. Ogni qual volta, invece, l'anticiclone decide si retrocedere di poche centinaia di chilometri verso ovest, subito il bacino centrale del mar Mediterraneo diventa obbiettivo di impulsi di aria fredda nord atlantica o nord europea con conseguente formazione di centri di bassa pressione sopra o nei pressi dell’Italia.
Image Fino a sabato 3 marzo l’anticiclone sopra il bacino centrale del mar Mediterraneo ha quindi garantito giornate soleggiate e miti su tutte le regioni italiane, ora con l’anticiclone in ritirata verso ovest fin sopra la Spagna, sul bacino centrale del mar Mediterraneo convergono impulsi di aria fredda nord atlantica e correnti fredde provenienti dall’Europa nord orientale. Queste oscillazioni dell’anticiclone, verso est o verso ovest, sembra possano ripetersi anche nelle prossime settimane, probabilmente fino ad inizio aprile, anche se a nostro parere meno accentuate rispetto a quanto avvenuto fino ad oggi. L’anticiclone più stabilmente a ridosso ma non sopra l’Italia, porterà ad una riduzione sia delle fasi di riscaldamento che di quelle perturbate. In generale quindi si attende un periodo più stabile con scarse precipitazioni, specie sull’Appennino centro settentrionale, e temperature non molto elevate nonostante il soleggiamento diurno.
Nelle prossime 48 – 72 ore comunque avremo ancora frequenti nevicate lungo l’intera dorsale appenninica, localmente abbondanti sui versanti adriatici e fino a quote basse sui settori centro settentrionali. Durante il prossimo fine settimana pressione atmosferica in aumento e lenta attenuazione del flusso di correnti fredde nord orientali con progressivo ritorno ad un cielo sereno o poco nuvoloso ovunque. Tra venerdì 9 e domenica 11 marzo quindi poche nubi temperature intorno a 0°C a 1500 di quota sull’Appennino centro settentrionale, residue deboli nevicate con tendenza a rasserenamenti sull’Appennino meridionale dove a 1500 metri di quota le temperature si manterranno su valori poco inferiori agli 0°C
La prossima settimana sarà poi caratterizzata da una circolazione anticiclonica che garantirà per molti giorni cielo sereno o poco nuvoloso con temperature in lento aumento, ancora su valori non elevati e quindi accettabili per il mantenimento di un buon manto nevoso su gran parte della dorsale appenninica.
 
Abbiamo 28 visitatori online






| Home | Chi siamo | Editoriali | Meteo | Stazioni sciistiche | Webcam | Gallery | Sponsor |
© 2007 meteoappennino.it - powered by Umbriameteo snc, P. IVA 02824210542
Web design: danielefazzioli.com