Torna il maltempo in Appennino, con temperature in marcato aumento. Stampa E-mail

Dopo la fase di tempo stabile avutasi fino a sabato 12 marzo, sull’Italia sono giunte correnti umide e molto miti dai quadranti meridionali, con un conseguente peggioramento del tempo.

Già nella giornata di ieri, delle piogge si sono registrate su buona parte della dorsale appenninica, con quota neve in deciso aumento.

Nei prossimi giorni la situazione non muterà, anzi, tenderà a peggiorare ulteriormente. La giornata di mercoledì 16 marzo risulterà la più perturbata, con piogge abbondanti e rovesci diffusi, con uno zero termico ben superiore ai 2000 metri di quota.

 

 

                               Image

Purtroppo, specialmente nelle località poste a quote più basse, non si potrà evitare un veloce scioglimento del manto nevoso, che fortunatamente è ancora molto abbondante.

Tra giovedì 17 e venerdì 18 marzo perdurerà una spiccata instabilità, con rovesci più attivi nel corso del pomeriggio. Grazie all’afflusso di aria leggermente più fresca, si avrà un calo delle temperature, che comunque rimarranno superiori a quelle medie del periodo.In seguito, è probabile un nuovo peggioramento atmosferico, questa volta legato all’afflusso di correnti decisamente più fresche provenienti dal nord Europa, con quota neve in abbassamento e temperature in diminuzione. Vista la distanza temporale consigliamo di continuare a seguire i bollettini, aggiornati quotidianamente. 

14 marzo 2011, Alessandro Campana 

 
Abbiamo 37 visitatori online






| Home | Chi siamo | Editoriali | Meteo | Stazioni sciistiche | Webcam | Gallery | Sponsor |
© 2007 meteoappennino.it - powered by Umbriameteo snc, P. IVA 02824210542
Web design: danielefazzioli.com