Persiste l’instabilità atmosferica pomeridiana. Temperature in linea con le medie. Stampa E-mail

Il fine settimana pasquale non è stato certamente baciato dal sole in Appennino. Si sono infatti avuti dei rovesci e dei locali temporali...

...specialmente al centro ed al sud Italia, mentre in alta quota è tornata la neve, mediamente oltre i 1800-2000 metri.

Attualmente, nel bacino centrale del Mediterraneo non riescono ad imporsi dei campi anticiclonici, con conseguenti infiltrazioni di aria umida che accentuano l’instabilità atmosferica pomeridiana proprio a ridosso dell’Appennino.

Nei prossimi giorni, quindi, non mancheranno dei rovesci e dei temporali, che a partire dalla giornata di venerdì 29 aprile diverranno più estesi ed intensi, specie sui rilievi montuosi dell’Italia centrale e meridionale.

                                        Image

Il fine settimana sarà ancora una volta piovoso, con pause asciutte soltanto durante le ore notturne ed al primo mattino. Le schiarite, molto brevi, saranno più estese soltanto avanzando verso le coste.

Le temperature, diminuite nelle ultime ore a causa dell’afflusso di correnti più fresche da nord-est, tenderanno pian piano a risalire, per poi attestarsi entro le medie del periodo. I valori massimi risentiranno della copertura nuvolosa e delle precipitazioni, risultando decisamente più basse laddove insisteranno rovesci e temporali.

I venti ruoteranno dai quadranti nord-orientali a quelli meridionali, mantenendo intensità debole o al più moderata, specie alle medie ed alte quote.

 

27 Aprile 2011, Alessandro Campana

 

 
Abbiamo 26 visitatori online






| Home | Chi siamo | Editoriali | Meteo | Stazioni sciistiche | Webcam | Gallery | Sponsor |
© 2007 meteoappennino.it - powered by Umbriameteo snc, P. IVA 02824210542
Web design: danielefazzioli.com