Ferragosto con sole e caldo, periodo ideale da trascorrere sulle montagne dell'Appennino. Stampa E-mail
La svolta preannunciata nel precedente editoriale è arrivata con una precisione assoluta ed agosto è infatti iniziato all'insegna del sole e delle temperature elevate lungo l'intera dorsale appenninica. La vasta circolazione depressionaria di origine nord atlantica che ha interessato per più giorni gran parte del continente europeo e le sponde settentrionali del bacino del Mediterraneo si è definitivamente allontanata ad oriente fin sopra la Russia, favorendo l'affermazione sull'Italia di un'alta pressione.
L'evoluzione atmosferica sullo scenario europeo comunque non è ancora favorevole ad una lunga persistenza dell'alta pressione sull'Italia e più in generale sull'intero bacino centrale del mar Mediterraneo. L'incidenza delle grandi aree depressionarie nord atlantiche è per ora determinante su tutta l'Europa centro settentrionale con perturbazioni che anche nei prossimi giorni attraverseranno da ovest ad est il nostro continente. La nostra penisola verrà interessata solo marginalmente dai fronti perturbati con vivace instabilità atmosferica solamente sulle Alpi mentre al centro sud solo qualche temporaneo passaggio nuvoloso con precipitazioni od assenti. Effetti un po' più significativi e generalizzati sono attesi nel campo termico con un rapido, deciso ma temporaneo calo atteso a metà della prossima settimana.
Probabilmente un più robusto anticiclone interesserà l'Italia ed un po' tutto il bacino centrale del mar Mediterraneo intorno Ferragosto, tra venerdì 12 e giovedì 18 agosto, con cielo sereno o pooc nuvoloso un po' ovunque e temperature elevate.
Image Tornando al più breve periodo c'è da segnalare un lieve, temporaneo aumento dell'instabilità atmoferica nelle prossime 48 ore lungo l'intera dorsale appenninica dovuto al transito sulle Alpi di una perturbazione atlantica con deboli correnti occidentali che si spingeranno un po' più a sud. In realtà i soli settori dell'Appennino che avranno maggiore probabilità di assistere alla formazione di qualche isolato temporale saranno quello tosco emiliano romagnolo e quello abruzzese, per il resto un po' più di nuvolosità in formazione soprattutto durante il pomeriggio. Le temperature caleranno leggermente, 2°C o 3°C in meno con valori quindi sempre più o meno in linea con le medie del periodo.
Tra sabato 6 e lunedì 8 agosto sull'Italia transiterà invece un promontorio anticiclonico subtropicale che oltre a riportare una completa stabilità atmosferica con cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso ovunque lungo l'Appennino, causerà un nuovo aumento delle temperature recuperando quei 3°C persi nei giorni precedenti.
Nei primissimi giorni della prossima settimana una nuova perturbazione nord atlantica sfiorerà il Triveneto causando un lieve aumento dell'instabilità atmosferica sull'Appennino centro settentrionale, anche in questo caso temporanea presenza di nubi ma scarse precipitazioni. Questa perturbazione però sarà seguita da più fredde correnti settentrionali che diverranno responsabili di un rapido e più marcato calo termico. Attualmente pensiamo che tra lunedì 8 e mercoledì 10 agosto le temperature possano calare di circa 8°C /10°C
A partire da giovedì 11 agosto rapida espansione sull'Italia dell'anticiclone delle Azzorre con cielo che diverrà sereno o poco nuvoloso ovunque e temperature in aumento. L'anticiclone assumerà poi componente subtropicale afro mediterranea nel fine settimana seguente con temperature che, come anticipato in precedenza, saliranno ulteriormente fino a Ferragosto.
 






| Home | Chi siamo | Editoriali | Meteo | Stazioni sciistiche | Webcam | Gallery | Sponsor |
© 2007 meteoappennino.it - powered by Umbriameteo snc, P. IVA 02824210542
Web design: danielefazzioli.com